ADDIO A MODO MIO!

5 Ottobre 2009 16 commenti

Ho aperto questo blog nel 2003.
In principio fu "DIARIO DI UN’ISTERICA MALTROMBATA E DEL SUO AMANTE", ma come ben sappiamo, gli uomini si defilano sempre nel momento meno opportuno e proprio nel periodo in cui avevo il vibratore in revisione, l’Amante decise di lanciare una bomba a grappolo nella sua vita e gli eventi gli diedero sempre meno tempo per scrivere, così cominciai a scrivere senza il punto di vista maschile ed il blog divenne "…CHI NON SA RIDERE DI SE’ STESSO, SICURAMENTE E’ UOMO!!!".

In questi sei anni, ho "incontrato" persone che mi sono rimaste impresse per ciò che avevano da dire, persone che mi sono rimaste impresse per ciò che non sapevano cosa stavano dicendo, persone che mi sono scivolate addosso e alcuni blogger che stimo e di cui ricordo articoli particolarmente brillanti.
Il mio stile, a volte, rimaneva così "impresso" che alcuni membri del mio fan club si sono sentiti quasi in dovere di comunicarmi le loro emozioni, non solo pubblicamente sul blog, ma anche privatamente per mail. Mail che custodisco gelosamente poiché ogni donna, credo si sentirebbe lusingata, da parole come REPRESSA, STRONZA, ZITELLA, ACIDA, FRIGIDA e frasi in cui sottolineavano un mio, a lor parere, bisogno impellente di "VITAMINA C" che poi si offrivano di portarmene personalmente interi blister per somministrarmene dosi massicce che, a detta loro, mi avrebbero resa meno isterica e meglio trombata.
Che dire…io sono sempre stata assolutamente commossa, da tutta questa percezione della realtà che evidentemente trasudava dai miei articoli e ringrazio con ardore, questi "medici senza frontiere" che volevano prendersi cura del mio clitoride, come una missione umanitaria!
E noi che pensavamo che la maggior parte degli uomini fossero stupidi e incapaci di riconoscere la differenza tra il "Monte di Venere" e "il Sinai" (in fondo su entrambi, si ricevono dieci comandamenti), che brutte persone che siamo!!!! Per penitenza, mi fustigherò con l’elettrostimolatore almeno una volta al giorno e prometto che farò la ceretta almeno una volta al mese.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

La favola di Meringa e Spumino

18 Settembre 2008 30 commenti

 

C’era una volta…e c’è ancora…un mago di nome Spumino.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

UOMINI DIVERSAMENTE ABILI

6 Agosto 2008 30 commenti
 
"Sai chi ho incontrato ieri a Modena?
La Daniela!!!!!!!!!!
Era fantastica.
 baci mia dolce meringa"

 

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

NON POSSIAMO PIACERE A TUTTI … e meno male!!!!

1 Agosto 2008 14 commenti
Categorie:Argomenti vari Tag:

Il PRINCIPE AZZURRO non si é ESTINTO … é semplicemente diventato gay!!!

30 Giugno 2008 28 commenti

 

Tutte noi, abbiamo sognato di incontrare il Principe Azzurro, si’, proprio quello con la P e la A maiuscole.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

L?OMINO PICCINO PICCINO PICCIO?

21 Settembre 2007 34 commenti

 

Quando mi hanno invitata ad assistere alla finale del concorso MISS BE YOU, mi sono chiesta se l’ideatore del concorso fosse sotto psicofarmaci, un titolo meno ricordabile e comprensibile, non poteva trovarlo nemmeno raspando come un randagio tra i neuroni ancora riciclabili.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

AUTOSTIMA MEDITERRANEA…la cellulite è trendy!

3 Settembre 2007 26 commenti

Ormai è ufficiale, la taglia extra small la usa solo Barbie Anoressica e non è nemmeno certificata dalla Comunità Europea.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

IO…TRADIRTI…? MA NO, HAI FRAINTESO, ERA UN SMS TRA AMICI…

29 Maggio 2006 60 commenti

Due del mattino, attacco di insonnia, lei accende la tv mentre lui dorme beato nel lettone, avevate dubbi che un LUI potesse dormire alle due del mattino? Su Sky c’è sempre qualcosa di trash da vedere, dai cessi obesi americani che si fanno reimpastare, tagliare e cucire in quattro mesi, per assomigliare a dei trans con lo zigomo sulle tempie oppure un gruppo di architetti impazziti, che costruiscono case disneyane a famiglie di trenta persone, che hanno vissuto in una latrina fino al giorno prima e tutti che piangono e sono felici. Mentre noi esseri umani paghiamo un mutuo trentennale per sessantacinque metri quadri di appartamento in una palude a quaranta kilometri dal centro abitato piu’ vicino e per dimagrire siamo ancora al vecchio metodo della foglia di insalata e della pedalata sudaticcia alle otto di sera! Questa delirante riflessione viene interrota dalla vista del suo telefonino acceso…lo ha dimenticato acceso…gia’…è li’…acceso…la guarda…lei lo guarda…poi lo afferra e senza esitare e nemmeno sentirsi vagamente in colpa, comincia a scorrere la memoria degli sms…nella memoria dei RICEVUTI non c’è nulla…vabbe’…lasciamo stare, pensa lei, in fondo quella brutta faccenda è stata superata…l’ho perdonato e siamo qui, a convivere da tre mesi…un’ultima occhiata a quelli inviati, un certo CALOGERO la colpisce, che cosa avrà da scrivere a Calogero alle sette del mattino…”BUONGIORNO TESORO…IERI TI AVREI CON UNA SCUSA TRASCINATA FUORI DAL BAR…PORTATA IN UN POSTO SICURO E…” …e? …e cosa?
A questo punto, una donna sana di mente cosa farebbe? Cio’ che ha fatto lei, è andata in camera da letto con l’aspetto di Grimilde e la dolcezza di Dracula e prendendolo a sberle ha urlato CHI CAZZO E’ CALOGERO? EH? EH? ADESSO MI DICI CHI CAZZO E’ QUESTO CALOGERO!!!! BRUTTO STRONZO!!! TE E CALOGERO!!! Avete presente Giovanna Mezzogiorno ne “L’ultimo bacio” ? Questa è la scena. Solo che lui dormiva BEATO, il bastardo…e si è risvegliato nel modo migliore con cui si possa risvegliare un bastardo…a ceffoni…!!!!

Da quella notte sono passati alcuni giorni, lei ha fatto i bagagli ed è tornata a casa sua, lui si è anche convinto di avere ragione dicendo…(ragazze siete sedute? questa merita eh?)…LEI E’ UNA MIA EX, CHE MI PERSEGUITA DA GIORNI E VOLEVO TRASCINARLA FUORI DAL BAR PER PARLARLE E DIRLE CHE AMAVO SOLO TE E CHE TRA NOI NON POTEVA ESSERCI PIU’ NULLA…NON TI HO DETTO CHE LA SENTIVO PER NON FARTI SOFFRIRE…vogliamo non ringraziarlo questo meritevole omuncolo sparakazzate? Eddai ragazze, un briciolo di comprensione.
Dopodichè sono seguiti sms da Oscar del patetico…dal…TI PREGO ASCOLTA IL TUO CUORE UN’ULTIMA VOLTA, TI GIURO CHE NON E’ SUCCESSO NULLA…a…VORREI TANTO CON IL TUO AIUTO USCIRE DA QUESTO PANTANO EMOTIVO IN CUI MI TROVO…l’apotesi è con…TU SEI L’UNICA IN GRADO DI AIUTARMI A GUARIRE CON IL TUO GRANDE AMORE, SONO SOLO TUO…e delle altre due mignotte che ti sei sbattuto in questi due anni…aggiungerei io!!!!

Adesso lui è convinto che sia LEI ad aver preso la palla al balzo con una MINIMA SCUSA, per lasciarlo, farfuglia ad amici e parenti che lei è ESAGERATA e che era un semplice e innocuo sms ad un’amica…peccato che se facessimo leggere l’sms al marito dell’AMICA, forse gli ammennicoli gli girerebbero pure a lui, no!?!?!?

CONCLUSIONI: omuncoli quarantenni, patetici e fedifraghi, invece di andare in giro a tocciare il vostro regale augello, che per di piu’ ci siamo sopportate la funzione a spruzzino per anni, convinte che piu’ in la’ fosse chiedere la grazia a Padre Pio, collegate il neurone a diesel e preparate scuse meno patetiche e piu’ decenti…altro che geco aggrappato su una parete a specchio, se fosse il mio, di specchio, saresti spiaccicato su quella parete!!!!

GLI UOMINI GELOSI VANNO SEPPELLITI?possibilmente vivi?!!!!

27 Aprile 2006 24 commenti

Detesto gli uomini gelosi, li detesto perché sono bambini insicuri e tormentati, mocciosi rompiballe che ti soffocano con il loro pensiero castrante e incolore, piccoli, omuncoli stracciaovaie che vivono per captare nuovi e strabilianti motivi per farti scenate stupide e che non portano a nulla.

No, non è il mio caso, altrimenti sarebbe gia? concime per piscialetti, ma se mi guardo intorno, vedo donne e ragazze, apparentemente sveglie e sane di mente, accompagnate a dei molluschi sparakazzate che vanno in giro come evidenziatori umani di idiozie, eppure LE FANNO FELICI.

A questo punto credo sia necessario rivedere il concetto di felicità, perché molto probabilmente, il mio modo di vedere la questione è fuori moda.

Stare assieme a qualcuno mi rende felice se c?è armonia, serenità, libertà, dialogo, comprensione e tante belle cose?forse è troppo, forse Cenerentola e Biancaneve fanno le casalinghe disperate tra le mura del castello, mentre Azzurro prenota vacanze alle Hawaii con Grimilde e le sorellastre spacciano LSD davanti alle scuole servendosi dei sette nani, ma caspita, chiudere gli occhi e sentirsi in prima classe, quando si viaggia su un treno merci pieno di vacche colitiche, è da ricovero.

Posso capire scendere a compromessi, ma la cosa non dovrebbe essere unilatareale?a meno che non ci sia io a prenderne i vantaggi, è ovvio.

Ora, se ami una persona, in teoria, vuoi il SUO bene?giusto? SBAGLIATO!
Il pidocchio la pensa diversamente: se LEI ti ama, deve fare tutto cio? che ti fa piacere e adeguarsi al TUO modo di vivere.
Le racconti ripetutamente balle che fanno invidia alla Walt Disney? Lo fai per il SUO bene, PER NON FERIRLA; se non ti scoccia, la prossima volta accoltellami pure con lame di verità, almeno non avro? l?impressione di trovarmi su un tavolo gelido, con Grissom che smanazza nel mio intestino.
Lei ti sgama e ti mette con le spalle al muro? Vuole il tuo male e ti fa alzare la pressione.
Non è la prima volta che capita e lei è sospettosa? Ecco, sei come tutte le altre.
ALTRE? Forse potremmo fondare il club delle ?chi trova un minkione trova la felicità?, perché in fondo, questi uomini, danno molto di piu? di quello che tolgono e il resto sono kazzate. Caspita come siamo brave, noi donne, a raccontarcela!

Poi ci sono quelli che il solo sentire nominare l?ex, in un discorso assolutamente neutrale e non lo fai apposta, ma kakkio, stai raccontando un aneddoto di tre anni fa e voi manco vi conoscevate?NO?manchi di rispetto all?attuale fidanzato!!!!
E se ho un parente che si chiama uguale? E se non me ne sono accorta? E se gli chiedo scusa perché non sono stata 30 anni in coma e mi sono risvegliata solo per lui? E se mi faccio sparaflashiare una luce verde per dimenticare che ho un passato? E se parlare di un ex, con cui non ho piu? nulla a che fare, che non vedo piu? e che non è colpa mia se lavora con mio padre fosse semplicemente un pezzo della mia vita passata? E se invece di mettertene per un ex che ho lasciato tre anni fa, te ne mettessi per i ragionamenti idioti che vengono fatti sulla parola EX? E se te ne andassi a fankulo assieme al mio ex?

Ma porca di quella miseria, ma ragazze, ci siete o la paura di restare zitelle vi ha annientato completamente il cervello?

Va bene tenersi un uomo, ma tenerselo cerebroleso mi sembra piu? volontariato che altro!!! Andatevene insieme a Lourdes, che magari affoga nella fontana e ce lo siamo tolte dai maroni?MIRACOLO!!!!

L?UOMO STA ALLA LAVASTOVIGLIE COME LA DONNA AL CRIC?

3 Maggio 2005 37 commenti

Avete mai chiesto ad un uomo di riempire la lavastoviglie? Se la vostra palpebra sta avendo un attacco epilettico, la risposta è affermativa, se sorridete, vi tolgo subito il ghigno ironico.

Prima cosa, se lasciate istruzioni domestiche ad un uomo, fate finta di avere a che fare con un demente con frequenti attacchi di narcolessia, non date nulla per scontato e soprattutto lasciategli un lasso di tempo che va dalle sei ore ai quindici giorni. Praticamente o partite per le ferie o arrangiatevi.

Innanzi tutto, bisogna decidere se chiedergli il favore a voce o lasciargli un biglietto, tanto per avere una prova scritta. Naturalmente dovrete valutare se colui che sporca la casa dove vivete, è audioleso e allora gli lasciate il messaggio alla pagina 777 di telefottiti oppure soffre di cecità repentina, in questo caso consiglio il ?salvalatrombatasettimanale? della Beghelli, poiché I COSI, sono bravissimi a dribblare i ?messaggi casalinghi?.
Quando avete deciso che tattica usare, ricordatevi che non state comunicando con un discendente dell?Homo Sapiens, ma con una specie appena più evoluta di Mammut, pertanto è consigliabile aggiungere all?istruzione base, una postilla che gli suggerisca dolcemente ?SPINGI IL BOTTONE DI AVVIO, RINCOGLIONITO!!!!?
Si, perché loro pensano che ?riempire la lavastoviglie? sia, effettivamente, riempire la lavastoviglie e aspettare che decida da sola se le va di iniziare il lavaggio o fare una siesta, insomma, sono per il libero arbitrio. A casa mia si chiama demenza, non so da voi.

Che poi, se ci pensiamo bene, in quanto tempo si riempie una lavastoviglie, a meno che non viviate nella serie SETTIMO CIELO!?!? Dieci minuti? Venti? Naaaaa?loro hanno bisogno delle PAUSE, eccerto, vuoi non metterti a cambiare le pile del telecomando tra un bicchiere e l?altro? E se ti si accende la tv mentre cambi le pile, vuoi non SOFFERMARTI a fare giusto giusto un po? di zapping per tutti i trecentosettantadue canali? E da quella via che ci sei, vogliamo non guardare il televideo per conoscere il palinsesto della giornata? E sul televideo, vogliamo non dare una sbirciatina ai last minute e al meteo nautico? Be?, ma non sarà mica il caso di sederci un attimo sul divano a controllare che le pile nuove nel telecomando funzionino a modo? Intanto tu arrivi a casa, magari carica di spesa, con le chiavi in bocca, la sporta dei detersivi che ti ha reciso un tendine, la borsa a tracolla che tenta di strangolarti, il seggiolino con una pargola gnolante e affamata, lo zerbino attaccato a un tacco e lui si volta, ti guarda DAL DIVANO e mentre ti cade l?occhio sullo sportello della lavastoviglie abbassato con dentro UN SOLO bicchiere suicida per troppa solitudine, lui sbotta con un ?HO QUASI FINITO, SAI AMORE, HO ANCHE CAMBIATO LE PILE AL TELECOMANDO??in cinque ore??? Ma che bravo, l?accettata la vuoi sullo sterno o alla base del collo?

A volte, invece, ti sorprendono, varchi la porta e senti quel dolce rumore di prelavaggio che ti investe di ottimismo e gratificazione, poi l?occhio a scansione elettronica si sofferma sul lavello e noti stoviglie che, teoricamente, dovrebbero trovarsi a gozzovigliare tra il Finish e il brillantante. Inneschi il super udito stanatore che a Clark Kent lo fa sembrare l?audioleso di Smallville, ti soffermi nella camera del pc, capti parole vietate ai minori e colpi di fucile, varchi la zona videogiochi mentre le cornee cominciano a surriscaldarsi, con uno sguardo gli polverizzi pc, sedia e tastiera, lui si volta e farfuglia un convinto: ?I PIATTI NEL SECCHIAIO NON CI STAVANO NELLA LAVASTOVIGLIE??fermi il lavaggio, apri lo sportello della TUA Ariston, ti stupisci (ebbene si, ci riesci ogni volta) davanti a due coperchi, tre bicchieri, una tazza, il tegamino del sugo, due scodelle, la grattugia, una decina di posate e un mestolo di legno, pensi che soltanto un LUI può riuscire a sistemare tre cose in modo che DAVVERO non ci stia più nulla, la vuoti, incastri tutto ciò che trovi nel raggio di cinquecento metri come nemmeno il campione mondiale di Tetris riuscirebbe a fare, afferri la tua dolce metà e gli mostri come non ci voglia un ingegnere edile per riempire una fottuta lavastoviglie, lo sfidi a superarti e placido come un panda che si sta fumando un cannone di eucalipto, ti risponde con un serafico ?TU IMPARA A CAMBIARE UNA GOMMA E IO IMPARO A RIEMPIRE LA LAVASTOVIGLIE? ?non fa una piega?io ho imparato a cambiare una gomma, la lavastoviglie si è rotta e indovinate chi lava i piatti?